25 settembre 2016

PAREGGIO RIGOROSO FRA UNION PRO E LIVENTINA APRE BOUNAFAA E RISPONDE FURLAN NELLA RIPRESA


UNION PRO 1 LIVENTINA 1 
MARCATORI: pt 44’ Bounafaa (rig.); st 12’ Furlan (rig.). 
UNION PRO (4-2-3-1): Scatemburlo*; Fontolan, Ginocchi, Granati, Marcato* (st 22’ Malerba); Rubinato* (st 1’ Coin*), Da Lio; Bounafaa, Visinoni (pt 23’ Tasca*), Bolchi; Geronazzo. 
PANCHINA: Noè, Mariuzzo*, Zorzetto*, Piccolo. 
ALLENATORE: Francesco Cominotto. 
LIVENTINA (4-1-3-2): Berto*; Cofini (st 3’ Florean), Trevisiol, Campaner, Franzin (st 21’ Zamuner); De Pin; Boem*, Casella (st 33’ Simone Soncin), Alex Soncin; Gullo*, Furlan. 
PANCHINA: Peresson, Ostan*, Scian, Vittore*. 
ALLENATORE: Mauro Conte. 
ARBITRO: Andrea Terribile della sezione di Bassano del Grappa. 
ASSISTENTI: Milos Djordjevic della sezione di Schio e Alessia Cerrato della sezione di San Donà di Piave. 

NOTE - Espulso Furlan al 31’ st per fallo di reazione. Ammoniti: Alex Soncin, Marcato, Ginocchi, Bolchi, Trevisiol, Simone Soncin. Calci d’angolo 10 a 1 per la Liventina. Recupero: pt 2’, st 4’. Spettatori 200 circa. (*) Under a referto

MOGLIANO VENETO - Nemmeno l’esordio a Mogliano porta fortuna all’Union Pro che pareggia per 1 a 1 contro la quotata Liventina. Dopo la partenza titubante (3 palle gol ospiti) la squadra di mister Cominotto era passata in vantaggio nel finale di tempo su rigore ma sempre dal dischetto ad inizio ripresa è arrivato il pari di Furlan. E’ mancata un po’ di precisione e concretezza in attacco soprattutto nell’ultimo quarto d’ora quando la squadra di Conte è rimasta prima in 10 e poi in 9. 

CRONACA PRIMO TEMPO - Al 2’ Bounafaa accentra per Da Lio che prova la legnata da 30 metri mettendo alto non di molto. Al 4’ lo imita Alex Soncin: la distanza è più ravvicinata ma il risultato identico. La Liventina aumenta il pressing e per tre volte in pochi minuti va ad un soffio dal vantaggio. Al 5’ Furlan si incunea in area dalla desta e calcia rasoterra sul primo palo con Scatemburlo bravo a smanacciare in corner. All’11’ Furlan calcia da fuori area: Scatemburlo respinge sui piedi di Gullo che a colpo sicuro colpisce il palo pieno alla destra del portiere. Al 14’ ancora Furlan si presenta solo in area e calcia di sinistro con Scatemburlo bravissimo ad alzare in angolo. Al 19’ Berto esce male e si fa soffiare la palla da Visinoni che poi finisce a terra colpito alle spalle da un difensore. Rigore? Non per l’arbitro mentre intanto Visinoni è costretto ad uscire con una caviglia gonfia come un melone. Al 43’ si sblocca la partita su un rigore meno evidente di quello negato in precedenza. Su un cross dalla destra di Tasca Trevisiol cintura all’altezza del dischetto Geronazzo: rigore fiscale che Bounafaa trasforma con un sinistro rasoterra che spiazza Berto. Al 45’ Geronazzo si involta in contropiede e, arrivato al limite dell’area, scarica sulla sinistra per Tasca che impegna Berto bravo a bloccare. 

CRONACA SECONDO TEMPO - Al 5’ Furlan libera il sinistro dal limite che sfiora il palo dopo la deviazione di un difensore. All’11’ su un lungo lancio Ginocchi protegge palla sull’uscita del portiere sfiorando Florean che cade in area: l’arbitro lontanissimo dall’azione indica il dischetto con Furlan che infila Scatemburlo che intuisce ma non ci arriva. Al 26’ Gullo entra in area dalla destra e batte di potenza sfiorando la traversa. Al 29’ Bolchi ci prova su punizione dalla distanza con Berto che respinge affannosamente. Al 31’ Furlan a palla lontana colpisce Ginocchi con l’assistente Djordjevic che segnala l’episodio all’arbitro che estrae subito il cartellino rosso per l’attaccante ospite. Al 36’ Florean su punizione dal limite colpisce in pieno l’incrocio dei pali. Al 38’ l’ex Trevisiol fa il furbo portandosi avanti due volte la palla per calciare una punizione a metà campo: l’arbitro gli sventola sotto il naso il giallo e subito dopo il rosso. Peccato che per il difensore si trattasse del primo cartellino e infatti il direttore di gara è costretto a fare retromarcia attirandosi i commenti ironici del pubblico. Beffa nella beffa per Trevisiol che calcia la punizione e finisce a terra urlando per un problema muscolare alla coscia destra, forse a conti fatti era meglio l’espulsione… Con la Liventina costretta in 9 l’Union Pro prova il forcing finale ma le energie ormai sono al lumicino. Al 43’ Bolchi prova il colpaccio con un destro a giro dal limite che Campaner devia di testa sopra la traversa. 

ALTRI RISULTATI - Nervesa 0 San Donà 0, Istrana 1 Favaro 2, Cornuda Crocetta 1 Borgoricco 2, Liapiave 4 Real Martellago 1, Union QDP 2 Giorgione 2, Treviso 2 Portomansuè 5, Saonara Villatora 0 San Giorgio Sedico 1. 
Alberto Duprè
 

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.