19 novembre 2016

DOMANI A MOGLIANO ARRIVA LA CAPOLISTA SEDICO (ORE 14 E 30) - FUORI BOUNAFAA, IN DUBBIO BOLCHI

L’Union Pro dopo aver rotto il ghiaccio a Cornuda ospita nell’11^ giornata di campionato la capolista San Giorgio Sedico (ore 14 e 30, arbitra Conti della sezione di Seregno). Per descrivere la forza dei bellunesi basta elencare i numeri: 8 vittorie e 2 pareggi, più 6 sul Treviso secondo, miglior attacco con 18 gol fatti e miglior difesa con 4 soli gol subìti. Partita già decisa quindi? Certo che no visto che già la scorsa stagione l’Union Pro si tolse l’etichetta di ammazza grandi e la vittoria di domenica ha dato nuovo entusiasmo a tutto l’ambiente. 

INDISPONIBILI - Oltre al centrocampista Alberto Gaiba (pubalgia) mancherà anche l’attaccante Ayoub Bounafaa a causa di un’infiammazione sotto la pianta del piede che lo aveva costretto ad uscire già a Cornuda. Serviranno ulteriori esami per capire la causa del fastidio e stabilire i tempi di recupero. Due punti di domanda riguardano invece le condizioni del portiere Alberto Scatemburlo (distorsione alla caviglia) e della punta Matteo Bolchi (infiammazione al bicipite femorale) che hanno concluso in anticipo l’ultimo allenamento. 

PREPARTITA - Con l’allenatore Francesco Cominotto tastiamo il polso della squadra. 

Mister, dopo la prima vittoria vi siete allenati con più serenità? 
«A dire il vero gli allenamenti sono sempre stati intensi anche quando i risultati erano negativi ma è chiaro che dopo i 3 punti di Cornuda l’entusiasmo era più alto e la settimana è passata via velocemente». 

Domani vi aspetta subito un test duro, qual è il punto di forza del Sedico? 
«Hanno un attacco molto forte composto da Raddrezza e Solagna che da soli hanno fatto più gol di tutta la nostra squadra (11 reti contro 10). Dietro hanno preso pochi gol e stanno vivendo un periodo favorevole dove gli riesce tutto facilmente. Noi però conosciamo le nostre potenzialità e andiamo in campo come sempre per fare punti, abbiamo preparato al meglio la partita mettendoci la giusta concentrazione». 
Alberto Duprè 

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.