28 gennaio 2017

DOMANI L'UNION PRO VA A FAR VISITA AL SAN DONA' (ORE 15) PER ALLUNGARE LA SERIE POSITIVA

Nella quarta giornata di ritorno l’Union Pro va a far visita al San Donà per provare ad allungare la serie positiva che dopo il pareggio di Nervesa ha visto i biancoblu vincere 4 partite di fila. Si gioca allo Zanutto di San Donà alle, 15 arbitra Trevisan della sezione di Mestre. La squadra di Mauro Tossani è attualmente quarta in classifica ma dovrà rinunciare ai 3 squalificati Pavanello, Ianneo e Beccia oltre all’infortunato Pedrozo. 

INDISPONIBILI - Oltre che ai soliti Scanferlato e Visinoni (visita di controllo il 7 febbraio) si aggiungono altri assenti. In difesa mancherà per influenza Polato mentre a centrocampo Rubinato dovrà stare a riposo una settimana per l’infiammazione del tendine rotuleo. Niente convocazione neanche per gli acciaccati Benato, Mariuzzo e Zorzetto

ANDATA - Finì 1 a 1: vantaggio San Donà al 20’ del primo tempo con Pedrozo su rigore e pareggio al 23’ della ripresa di Bounafaa sempre dal dischetto. 

LIVE - Dalle 15 sulla pagina Facebook Fc Union Pro si potranno seguire gli aggiornamenti in diretta nel Matchday. 

PREPARTITA - Con l’allenatore Francesco Cominotto facciamo il punto della situazione. 

Mister come è andata la preparazione questa settimana? 
«Martedì e mercoledì ci siamo allenati bene mentre venerdì il campo era già ghiacciato alle 18 e quindi abbiamo fatto metà del lavoro previsto evitando la partitella finale per evitare di farci male. Abbiamo qualche assenza ma considerato il periodo è una cosa fisiologica che hanno tutte le squadre». 

Affrontate un’altra squadra costruita per vincere il campionato, cosa temi dei biancocelesti? 
«Al di là delle assenze che avranno domani hanno una rosa all’altezza di Sedico e Liventina. E’ ovvio che aver dovuto rinunciare a lungo in attacco a Pedrozo e De Freitas è stato un duro colpo per loro. Domenica contro il Nervesa hanno dimostrato carattere rimontando il doppio svantaggio con il Nervesa giocando con l’uomo in meno. Noi comunque arriviamo da un ottimo momento e stiamo bene sia fisicamente che mentalmente». 
Alberto Duprè
 

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.