2 gennaio 2017

LA JUNIORES DI MISTER CLAUDIO MOSER SI LAUREA CAMPIONE D'INVERNO CON NUMERI DA RECORD


La Juniores Regionale dell’Union Pro è arrivata al giro di boa con numeri da record: imbattuta con 41 punti su 45 disponibili (13 vittorie e 2 pareggi contro Spinea e Real Martellago), miglior attacco di tutti i 6 gironi regionali con 52 reti e seconda miglior difesa con 13 gol al passivo (il Dolo nel girone D ne ha subiti 8). 7 sono i punti di vantaggio sul Martellago secondo e 10 sono i gol del capocannoniere Alberto Benato che ha saltato qualche partita per giocare in prima squadra dove ha segnato la fondamentale rete del 2 a 2 nel recupero a Nervesa. 
L’allenatore Claudio Moser, al secondo anno alla guida della Juniores, ci spiega quali sono i segreti di questa travolgente galoppata. 

Mister l’obiettivo ad inizio stagione era di vincere il campionato ma sinceramente ti aspettavi un cammino del genere? 
«Il progetto è nato quest’estate. La società voleva conquistare la categoria Élite anche con la Juniores dopo averlo fatto la scorsa stagione con Allievi e Giovanissimi. Si è creata un’ottima miscela fra i ’98 e i ’99 che dopo essersi annusati all’inizio hanno subito creato un grande gruppo trovando l’alchimia giusta. Oltre ad averci messo qualcosa di mio tanto merito è del lavoro fatto negli anni passati dal settore giovanile. C’è una cultura del lavoro trasmessa dai mister Berto e Giuman, in più qualche giocatore è tornato dal Mestre con sete di rivincita». 

C’è qualche ulteriore segreto? 
«La società ci segue molto da vicino con i dirigenti Lunian, Chinellato e Zuin e il presidente Gaiba viene sempre a salutarci e farci i complimenti a fine partita in spogliatoio. Sono tutte attenzioni che fanno piacere e aiutano a dare quel qualcosa in più. Con il mister della prima squadra Francesco Cominotto c’è una sinergia perfetta nello scambio dei giocatori». 

Contro la Julia Sagittaria avete stabilito anche il record di parare due rigori con due portieri diversi. 
«Si è vero, prima ha parato un rigore Scarpa e poi è stato espulso. E’ entrato Palludo e poco dopo ha parato un rigore anche lui. Giocano una partita a testa ma non c’è nessuna invidia fra di loro, collaborano molto e i risultati si vedono». 

Volendo trovare il pelo nell’uovo, c’è qualche aspetto dove potete migliorare? 
«A volte dobbiamo essere più bravi a gestire la palla in certi momenti della partita. Spesso ci buttiamo tutti in avanti alla ricerca del gol rischiando di sbilanciarci. Anche sul piano disciplinare dobbiamo migliorare, capita di prendere ammonizioni per proteste inutili, quando l’arbitro ha fischiato dobbiamo stare zitti ed accettare la decisione giusta o sbagliata che sia. Questo deve servire anche in ottica prima squadra, chi vuole fare il salto deve farsi trovare pronto sotto tutti gli aspetti». 

TORNEO - Mercoledì a Marcon la Juniores sarà impegnata in un quadrangolare con Venezia Beretti, Mestre Juniores e Marcon con partite da 45’. Alle 14 e 30 giocheranno Mestre Juniores e Marcon, alle 15 e 30 Venezia Beretti - Union Pro. A seguire si giocherà la finale per il terzo posto fra le due perdenti e infine la finalissima fra le due vincenti. 

CAMPIONATO - Il girone di ritorno scatterà invece sabato prossimo con la partita in casa contro la Miranese a Preganziol alle 15 e 30. 
Alberto Duprè
 

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.