29 gennaio 2017

L'UNION PRO A SAN DONA' SUONA LA QUINTA SINFONIA!!! NOE' PARA TUTTO COMPRESO UN RIGORE E I SOLITI NOTI MORETTO E BOUNAFAA FANNO GOL!


SAN DONA’ 1 UNION PRO 2 
MARCATORI: pt 3’ De Freitas su rigore, 19’ Moretto; st 47’ Bounafaa su rigore. 
SAN DONA’ (3-4-3): Memo; Modolo*, De March, Leorato; Costantini* (st 34’ Sclano*), Scroccaro*, Favret, Uliari; Cibin*, De Freitas, Corvaglia (st 23’ Maistrello). 
PANCHINA: Ferro*, Bortolotto*, Brunello*, Pellizzaro*, Uliari*. 
ALLENATORE: Mauro Tossani. 
AMMONITI: Costantini, De March, Leorato. 
UNION PRO (4-3-3): Noè; Fontolan (st 24’ Granati), Ginocchi, Da Lio, Marcato*; Coin*, Luise, Delpapa; Bounafaa, Moretto, Piccolo* (st 7’ Fulchignoni*). 
PANCHINA: Scarpa*, Borghetto*, Gaiba*, Zuin*, Gjomemo*. 
ALLENATORE: Francesco Cominotto. 
AMMONITI: Da Lio, Coin, Delpapa. 
ARBITRO: Simone Trevisan della sezione di Mestre. 
ASSISTENTI: Filippo Faggian della sezione di Mestre e Valentino Lazzarin della sezione di Chioggia. 
NOTE - Recupero: pt 1’, st 4’. *Under a referto. Calci d’angolo 4 a 3 per l’Union Pro. Spettatori 200 circa. 

SAN DONA’ - L’Union Pro a San Donà suona la quinta sinfonia e sale all’ottavo posto in classifica a quota 24 punti a +3 dalla zona playout aspettando l’esclusione dal campionato del Treviso che anche ieri non si è presentato contro il Favaro. Come contro la Liventina domenica scorsa, la squadra di mister Cominotto è andata in svantaggio ma non ha perso la calma riuscendo a ribaltare il risultato nel recupero su rigore. E dopo il “Samassa” di Motta, anche lo stadio “Zanutto” ha dovuto pagare la tassa Union Pro visto che fino a ieri era inespugnato. Tutti promossi a pieni voti ma non si può non citare il portierone Enrico Noè che sull’1 a 1 ha respinto un rigore a Corvaglia. I gol partita sono arrivati invece dai “soliti noti” Enrico Moretto (sesto gol in 5 partite) e Ayoub Bounafaa giunto al settimo gol con il quinto rigore trasformato su 5. 

CRONACA PRIMO TEMPO - Partita che si fa subito in salita per la Pro. Al 2’ Cibin in area arriva alle spalle di Ginocchi anticipandolo e venendo toccato da dietro: calcio di rigore che capitan De Freitas trasforma spiazzando Noè con un destro rasoterra. Come canta Ligabue “Niente paura” e infatti al 19’ al primo affondo arriva il pareggio. Piccolo va via sulla sinistra e, invece di servire lo “smarcato” Marcato al suo fianco che porta via un uomo, serve un cioccolatino in area per Moretto che se lo scarta subito con un diagonale mancino che si infila alla sinistra di Memo. Prima del riposo i biancocelesti si fanno pericolosi due volte. Al 27’ Scroccaro batte veloce una punizione dal limite smarcando Corvaglia che si divora il gol con un sinistro altissimo all’altezza dell’area piccola. Al 46’ De Freitas si libera al limite e fa partire un potente rasoterra che Noè bravissimo ad inchiodare sulla linea di porta. 

CRONACA SECONDO TEMPO - L’avvio di ripresa è da fuochi d’artificio su entrambi i fronti. Al 7’ Cibin salta due avversari in area e fa partire un tiro cross che Corvaglia non riesce a deviare a due metri dalla porta. Al 9’ Fulchignoni, in campo da 2’, fa uno splendido cambio di campo destra-sinistra per Moretto che tenta l’eurogol con un sinistro al volo che sbatte sul palo: sulla palla vagante si avventa Bounafaa e questa volta è Memo a salvare la porta. All’11’ Scroccaro serve in area Cibin che si presenta tutto solo davanti a Noè che è superlativo nel respingere il tiro a botta quasi sicura... Al 15’ Da Lio frana su Cibin appena dentro l’area e l’arbitro assegna il secondo rigore al San Donà: questa volta sul dischetto ci va Corvaglia ma Noè intuisce il destro a mezza altezza e respinge da campione. Al 18’ Bounafaa martella sulla destra e dal fondo crossa teso al centro con Memo decisivo ad anticipare in tuffo Moretto. Al 21’ Fulchignoni dalla destra crossa di esterno al centro per Moretto che calcia in scivolata con il portiere di casa superlativo nel distendersi e mettere in angolo. A questo punto le due squadre tirano un po’ il fiato ma negli ultimi minuti entrambe provano il colpaccio del k.o. come due pugili esausti ma che hanno ancora voglia di fare a botte. Al 39’ Noè è decisivo nell’uscire al limite dell’area su Cibin rinviando di pugno. Al 46’ Memo esce dall’area con il pallone ancora in mano prima di rinviare e l’arbitro concede una punizione dal limite che Fulchignoni si vede deviare in corner dalla barriera. Dal corner di Luise Ginocchi viene strattonato in area da De March: calcio di rigore che Bounafaa trasforma con un sinistro a fil di palo che Memo tocca ma non riesce a respingere. Finisce come da copione con i tifosi dell’Union Pro che chiamano i giocatori sotto la tribuna per il meritato applauso! 

ALTRI RISULTATI - Cornuda Crocetta 2 Giorgione 5, Istrana 0 San Giorgio Sedico 0, Liapiave 0 Liventina 1, Nervesa 0 Portomansuè 0, Saonara Villatora 0 Borgoricco 1, Treviso 0 Favaro 3 (a tavolino), Union QDP 0 Real Martellago 3. 
Alberto Duprè
 

1 commenti:

  1. Un' altra grande vittoria di questo gruppo che più passa il tempo e più prende coscienza delle proprie possibilità. Ancora una volta abbbiamo la forza di rimontare il risultato dopo essere passati in svantaggio, ribattendo colpo su colpo ad un' ottima squadra ma mettendoci più cuore dei nostri avversari. Stupito nel leggere le cronache oggi dove sembra che abbiamo vinto per gentile concessione o per fortuna... Devo invece fare un plauso ai tifosi del san Donà, veri sportivi oltre che ai nostri che sempre più dimostrano orgoglio per i nostri colori. Ora ci aspetta la trasferta più difficile delle tre, in casa di un Giorgione che non merita la classifica che ha e che si tirerà sicuramente su. Sarà una partita che dovremo preparare al meglio e giocare da squadra matura. Forza Union Pro !

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.