12 febbraio 2017

L'UNION PRO PARTE ANCORA AD HANDICAP E NON RIESCE A RIMONTARE: VINCE IL MARTELLAGO 2 A 1


UNION PRO 1 REAL MARTELLAGO 2 
MARCATORI: pt 2' Dell'Andrea su rigore, 15' Moretto, 18' Dell'Andrea. 
UNION PRO (4-3-3): Noè (st 32' Scarpa*); Fontolan, Ginocchi, Da Lio, Marcato*; Coin* (st 32' Granati), Luise, Delpapa; Bounafaa, Fulchignoni* (st 19' Piccolo*), Moretto. 
PANCHINA: Polato*, Zanatta*, Borghetto*, Benato*. 
ALLENATORE: Francesco Cominotto. 
AMMONITI: Da Lio, Luise, Marcato, Granati, Moretto. 
REAL MARTELLAGO (4-3-3): Cestaro*; Barzan*, Fabbri* (st 26' Bagarollo), Donè, Tamburini*; Giubilato, Di Prisco (st 28' Minio), Carbonetti; Comin (st 33' Molin), Gemelli, Dell'Andrea. 
PANCHINA: Rocco*, Cisiola*, Parpinello*, Di Lalla*. 
ALLENATORE: Matteo Vianello. 
AMMONITI: Barzan, Gemelli, Cestaro, Dell'Andrea. 
ARBITRO: Migliorini della sezione di Verona. 
ASSISTENTI: Pandolfo della sezione di Castelfranco e Bozzo della sezione di San Donà.
NOTE - Calci d'angolo 1 a 1. Recupero: pt 1', st 4'. *Under a referto. Spettatori 200 circa.

MOGLIANO VENETO - L’Union Pro non riesce a sfatare la maledizione dello stadio “Panisi” di Mogliano che fin qui non ha mai visto i biancoblu vittoriosi. Questa volta a far festa è stato il Real Martellago che ha sfruttato due incertezze difensive dei locali e poi ha ringraziato il portiere e la buona sorte visti i legni colpiti da Coin e Moretto che potevano valere un pareggio meritato per i valori visti in campo. Con il secondo k.o. consecutivo l’Union retrocede al decimo posto con soli 2 punti di vantaggio sulla zona playout. Per l’ennesima volta la squadra di mister Cominotto ha pagato la falsa partenza andando sotto dopo 2’ e nuovamente al 18’ dopo il pareggio momentaneo di Moretto. Un problema ricorrente visto che è accaduto nelle ultime 5 partite: contro Portomansuè, Liventina e San Donà è poi arrivata la rimonta vincente ma non può sempre andar bene partendo ad handicap. 

CRONACA PRIMO TEMPO - Pronti via e il Martellago sblocca subito il risultato. Al 1’ l’ex Da Lio interviene in area su Gemelli: l’arbitro ammonisce il difensore e concede il rigore che Dell’Andrea trasforma spiazzando Noè. Al 5’ Gemelli serve in area Comin che calcia rasoterra con Noè decisivo in uscita bassa. Al 15’ arriva il pareggio. Su un traversone dalla destra Moretto calcia al volo di sinistro con la palla che rimbalza davanti a Cestaro beffandolo e terminando la parabola sotto la traversa. Al 18’ il Martellago si riporta in avanti: Comin dalla destra crossa sul secondo palo dove Dell’Andrea, lasciato solissimo, insacca di testa senza problemi. Al 22’ Marcato crossa basso dalla sinistra per Coin che calcia rasoterra trovando la deviazione decisiva di Cestaro che smanaccia sul palo. Al 43’ altro traversone di Marcato per Fulchignoni che gira al volo mettendo alto di poco. 

CRONACA SECONDO TEMPO - Al 9’ Fontolan crossa dalla destra in area per Delpapa che si vede smorzare il destro da un difensore. Al 15’ Giubilato mette in area per Gemelli che salta Noè in uscita e poi serve Dell’Andrea che in diagonale sfiora il palo. Al 30’ Delpapa verticalizza per Piccolo che evita Cestaro ma si defila troppo per calciare a rete, l’azione prosegue con il cross di Moretto per Delpapa che sulla linea di porta manca la deviazione vincente. Al 37’ Granati prova la percussione venendo sbilanciato da dietro da un difensore al limite dell’area: l’arbitro la pensa diversamente ed ammonisce il difensore di casa per simulazione. Dopo 1’ Dell’Andrea si tuffa reclamando una punizione che il direttore di gara giustamente non fischia ma si dimentica di ammonire il giocatore come accaduto nell’azione precedente… Al 43’ Bounafaa va via sulla destra e mette in area per Moretto che controlla di petto e batte di sinistro colpendo la traversa. La Dea bendata non veste la maglia Union Pro e così è la squadra di Teo Vianello che festeggia salendo al sesto posto in classifica. 

ALTRI RISULTATI - Union QDP 1 Borgoricco 1, Cornuda Crocetta 1 Saonara Villatora 0, Liapiave 2 Giorgione 2, Nervesa 1 Liventina 2, Istrana 1 Portomansuè 2, Treviso 1 San Donà 10, Favaro 2 San Giorgio Sedico 4. 
Alberto Duprè
 

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.