6 aprile 2017

QUATTRO CHIACCHIERE CON... SEBASTIANO DA LIO


Fra le tante note positive della stagione dell’Union Pro c’è sicuramente anche Sebastiano Da Lio, classe ’94 arrivato questa estate dal Real Martellago. Preso come centrocampista, mister Cominotto già alla fine del girone di andata nella partita contro l’Istrana lo ha adattato a difensore centrale con ottimi risultati. A Sedico è stato tra i migliori come centrocampista, domenica contro il Liapiave ha guidato la difesa al posto di Ginocchi come se avesse da sempre giocato nel nuovo ruolo. 

Seba come commenti l’1 a 1 di domenica, bicchiere mezzo pieno o c’è qualche rimpianto? 
«E’ stata una partita equilibrata e alla fine credo che il pareggio sia giusto. Noi abbiamo avuto un paio di occasioni sull’1 a 0 per chiuderla e non ci siamo riusciti ma è anche vero che nel recupero senza la grande parata di Michele (Scarpa ndr) avremmo perso, quindi teniamoci questo punto». 

Hai sempre fatto il centrocampista, come ti trovi a giocare centrale difensivo? 
«Mi piace fare il difensore, sono contento di giocare e anche di divertirmi. Nel nuovo ruolo devo stare più attento nella fase difensiva, seguire la linea del fuorigioco e stare attento in marcatura». 

Nel girone di ritorno state viaggiando a 100 all’ora, cosa invece non aveva funzionato nella prima parte di stagione? 
«Anche all’andata avevamo fatto buone prestazioni ma, o per errori individuali o di squadra, perdevamo le partite che adesso invece vinciamo. La cosa positiva è che le nostre vittorie arrivano tutte attraverso il gioco. Il mister ci insegna di non buttare mai via la palla iniziando a costruire dal portiere. A volte da fuori sembra essere un po’ rischioso ma noi ci divertiamo e i risultati ci premiano». 

La vittoria del San Giorgio nell’anticipo sembra aver messo definitivamente la parola fine ai playoff. Che obiettivo vi ponete per chiudere la stagione adesso? 
«Puntiamo a far bene le ultime 3 partite contro Nervesa, Istrana e Treviso e poi guarderemo com’è la situazione. L’obiettivo immediato è quello di provare a raggiungere il quarto posto del Nervesa che affrontiamo in casa domenica. Sarà una partita dura ma noi vogliamo provarci come abbiamo dimostrato di fare contro tutte». 
Alberto Duprè
 

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.