23 settembre 2017

DOMANI L'UNION PRO AFFRONTA IN TRASFERTA IL LIAPIAVE CON L'ATTACCANTE MORETTO IN DUBBIO (ORE 15.30)

L’Union Pro dopo l’eliminazione in coppa Italia contro l’Istrana si concentra sul campionato dove nella terza giornata affronta in trasferta il Liapiave (si gioca a San Polo di Piave alle 15 e 30, arbitra Andrea Migliorini della sezione di Verona). Le due squadre si sono già affrontate a Mogliano nella prima giornata di coppa dove finì con un pareggio per 1 a 1. 

INDISPONIBILI - Due le assenze certe e un dubbio. A centrocampo sempre fuori capitan Alessandro Luise che lunedì avrà una visita medica per capire se il problema al ginocchio è risolto oppure se servirà altro tempo per il recupero. In attacco Alberto Benato ha smaltito l’infortunio alla spalla e dalla prossima settimana tornerà disponibile iniziando a giocare con la Juniores per riprendere il ritmo. Il dubbio riguarda invece la punta Enrico Moretto che dopo la ginocchiata subito al retto femorale contro il Sandonà ha iniziato venerdì a correre ma non si sa ancora se potrà essere disponibile per domenica. 

PREPARTITA - Con l’allenatore Stefano Berto facciamo un passo indietro commentando l’eliminazione dalla coppa di mercoledì contro l’Istrana. 

Mister come commenti la prima sconfitta stagionale? 
«Intanto diciamo subito che siamo usciti a testa alta provandoci fino alla fine. Come avevo detto volevamo regalare il passaggio ai quarti al presidente ma purtroppo non ci siamo riusciti. E’ ovvio che c’è un po’ di delusione nell’ambiente ma il fatto positivo è che dopo solo un mese e mezzo si vede già la nostra idea di gioco. Adesso proveremo qualche novità tattica, sono soddisfatto della voglia di apprendere dei ragazzi. L’Istrana si è confermata squadra ostica ed esperta che ti punisce al primo errore. Noi dobbiamo imparare ad essere più cinici perché le occasioni le creiamo sempre ma spesso non le sfruttiamo». 

Domani vi aspetta il Liapiave, cosa temi? 
«Intanto ci aspettiamo una squadra molto arrabbiata per la sconfitta contro la Piovese. Poi il valore della squadra di Andretta lo conosciamo e lo abbiamo già visto in coppa, davanti hanno un centravanti fisico che potrebbe indurmi a cambiare qualcosa in difesa. Abbiamo già preparato un piano A con Moretto e un piano B nel caso non recuperasse, oltre al 4-3-3 possiamo fare bene anche il 4-3-1-2 con De Poli ad agire fra le linee. A centrocampo rispetto a mercoledì recuperiamo Minio che è quello che detta i tempi di gioco alla squadra». 
Alberto Duprè
 

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.