30 settembre 2017

DOMANI L'UNION PRO CERCA LA PRIMA VITTORIA CONTRO L'ECLISSE CARENI PIEVIGINA (MOGLIANO ORE 15.30)

L’Union Pro nella quarta giornata di campionato ospita l’Eclisse Careni Pievigina (Mogliano ore 15 e 30, arbitra Balbinot della sezione di Belluno) con l’obiettivo di centrare la prima vittoria dopo i tre pareggi contro Istrana, Sandonà e Liapiave. Compito non facile visto che anche la squadra allenata da Stefano Della Bella è imbattuta con una vittoria e 2 pareggi. 

INDISPONIBILI - Buone notizie arrivano dall’infermeria. Il centrocampista Alessandro Luise, dopo una visita positiva al ginocchio, ha avuto il via libera per la ripresa della preparazione che nel giro di 2-3 settimane dovrebbe consentirgli di tornare fra i convocati. L’attaccante Alberto Benato invece sarà già disponibile oggi per la Juniores di mister Moser che gli farà ritrovare il ritmo partita dopo essere stato fermo due mesi per l’infortunio alla spalla. 

PREPARTITA - L’allenatore Stefano Berto chiede alla sua squadra un po’ più di convinzione per interrompere la serie di pareggi: «In allenamento ci siamo preparati bene come il solito ma le cose che proviamo in settimana dobbiamo riuscire a farle anche domenica in partita. Serve un po’ più di convinzione e determinazione, dobbiamo convincerci appieno delle nostre forze. Contro la Pievigina si chiude un mini ciclo di partite dure dove abbiamo affrontato 4 squadre date per favorite, sarebbe bello e utile per il morale centrare la prima vittoria in campionato». 

Il fatto che Visinoni sia tornato al gol vi dà una carica in più? 
«Che Nicolò si sia sbloccato è sicuramente un segnale positivo, adesso ci aspettiamo anche i gol degli altri attaccanti. Visinoni, Moretto, De Poli e Ballarin se trovano la via della rete possono darci grosse soddisfazioni». 

Cosa temi della Pievigina? 
«Fanno un 4-3-3 e hanno molta qualità soprattutto in attacco come un centravanti molto fisico come Bozzon. Sono partiti molto bene avendo già 5 punti in una classifica per ora cortissima dove non mancano le sorprese. Noi dobbiamo giocare palla a terra anche se domenica scorsa contro il Liapiave era praticamente impossibile visto il terreno pesante. Torneremo anche noi al 4-3-3 riportando De Poli attaccante esterno perché ho visto che la squadra si trova meglio con questo modulo rispetto al 4-3-1-2 che continueremo comunque a sperimentare e che possiamo usare anche a partita in corso». 
Alberto Duprè
 

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.