5 settembre 2017

IL PUNTO DI VISTA TECNICO CON MISTER STEFANO BERTO


L’Union Pro con la prestigiosa vittoria di domenica a San Donà per 4 a 2 resta in corsa per il passaggio ai quarti di finale di coppa Italia di Eccellenza (servirà battere l’Istrana a Mogliano mercoledì 20 settembre alle 20 e 30). Il vantaggio della squadra di Pasa dopo 5’ aveva fatto pensare al peggio anche perché i veneziani hanno sfiorato più volte il raddoppio nella prima mezz’ora ma poi è salita in cattedra la Pro ribaltando il risultato con Minio, Moretto, De Poli e Visinoni. 

L’allenatore Stefano Berto analizza così la vittoria: «All’inizio potevamo andare anche fuori partita perché dopo il loro vantaggio abbiamo rischiato di subire anche il raddoppio. Ma avevamo preparato la gara proprio così, sapevamo che il San Donà avrebbe spinto subito come aveva già fatto contro l’Istrana. Dopo la mezz’ora però l’inerzia è cambiata perché ci siamo alzati come baricentro e abbiamo preso coraggio. La cosa che mi è piaciuta di più è stata la reazione dopo il gol subìto perché siamo rimasti compatti dimostrando di essere squadra». 

Poi avere un tridente del calibro di De Poli, Visinoni e Moretto (più Ballarin in panchina) dà una grossa mano giusto? 
«Quei 3 davanti sono tanta roba, sappiamo di avere molta qualità in attacco e l’abbiamo sfruttata nel migliore dei modi. Sono contento anche delle prestazioni di Bonotto e Coin che stanno recuperando la miglior condizione fisica». 

Adesso il passaggio del turno diventa un obiettivo concreto? 
«A questo punto ovviamente ci proviamo anche se dobbiamo restare con i piedi per terra e pensare alla salvezza in campionato facendo crescere i nostri giovani». 
Alberto Duprè
 

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.