20 settembre 2017

L'UNION PRO CEDE ALL'ISTRANA ED ESCE DALLA COPPA


UNION PRO 1 ISTRANA 2 
MARCATORI: pt 20’ Gallina, 43’ Massimo Zanatta; st 34’ Nobile. 
UNION PRO: Scarpa, Nobile, Marcato (st 10’ Simionato), Bonotto, Polato, Coin, Da Lio, Fuxa (st 20’ Alessio Zanatta), Ballarin (st 41’ Carpitella), De Poli (st 33’ Calza), Visinoni (st 38’ Zorzetto). 
ALLENATORE: Stefano Berto. 
ISTRANA: Gemin, Burbello, Molin, Gallina (st 21’ Shyti), Furlanetto, Zugno, Manente (st 1’ Barra), Doria, Massimo Zanatta (st 14’ Niero), Comin (st 1’ Bellè), Maschio (st 38’ Roccati). 
ALLENATORE: Marco Marchetti. 
ARBITRO: Shvay della sezione di Treviso. 
NOTE - Ammoniti: Nobile, Visinoni, Doria. Calci d’angolo 9 a 5 per l’Istrana. Recupero: pt 1’, st 4’. 

MOGLIANO VENETO - L’Union Pro lotta ma alla fine deve cedere il passo all’Istrana che vince per 2 a 1 qualificandosi per i quarti di finale di coppa Italia di Eccellenza. Pur con tante assenze mister Berto ha messo in campo una squadra competitiva che ha fatto la partita ma è stata castigata dal cinismo degli ospiti. 

CRONACA PRIMO TEMPO - All’8’ Doria ci prova da fuori con Scarpa bravo ad allungare in calcio d’angolo. Al 12’ cross dalla sinistra di Da Lio con Visinoni che al volo di destro manca la deviazione. Al 16’ e al 19’ l’ex Lele Comin si fa pericoloso con due tiri dal limite che Scarpa neutralizza bene in angolo. Sul secondo corner di Comin però Scarpa buca l’uscita favorendo Gallina che di testa insacca ad un metro dalla porta. Al 27’ Visinoni si libera bene in area ma il suo destro incoccia sul palo. Al 28’ Nobile scende in area sulla destra e calcia di potenza mettendo alto non di molto. Al 43’ l’Istrana raddoppia con Zanatta che ribatte in gol dopo la respinta di Scarpa anche se l’azione sembrava viziata da un fuorigioco in partenza. 

CRONACA SECONDO TEMPO - In avvio di ripresa al 2’ Visinoni prova il destro a girare da fuori area che esce di poco sopra la traversa. Al 5’ Molin scaglia un sinistro dalla distanza che, dopo una deviazione, costringe Scarpa alla grande deviazione in angolo. Dalla bandierina Gallina si trova sulla testa la palla del raddoppio ma la spedisce sul palo interno. Al 34’ Nobile prova a riaprire la partita insaccando su azione d’angolo a pochi passi dalla porta ma la rimonta si ferma lì. 
Alberto Duprè
 

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.