27 settembre 2017

PAUSA CAFFE' CON... NICOLO' VISINONI


Domenica contro il Liapiave sull’acquitrino di San Polo Nicolò Visinoni aveva portato in vantaggio l’Union Pro dopo solo 6’prima della sfortunata autorete di Noè. Nicolò ha avuto poi altre due occasioni per riportare avanti l’Union ma in entrambi i casi è stato decisivo il portiere Rigo. 

Dopo un po’ di sfortuna è arrivato il primo centro in campionato. 
«Si, non era un periodo tanto fortunato per me. Contro il Sandonà avevo sbagliato il rigore, poi in coppa ho preso il palo contro l’Istrana e quindi speriamo che adesso che mi sono sbloccato le cose migliorino». 

Dalla tribuna tutti si aspettavano il rinvio viste le condizioni del campo, te che opinione avevi? 
 «Secondo me non si doveva giocare, il campo era per larghi tratti impraticabile è c’era il rischio di farsi male visto che si faticava a restare in piedi. Per fortuna è andata bene da quel punto di vista». 

Risultato giusto? 
«Nel primo tempo meritavamo qualcosina in più noi, abbiamo provato a giocare palla a terra ma era impossibile. Nella ripresa loro hanno avuto più occasioni ma credo che tutto sommato il pareggio sia giusto». 

Dopo 6 partite (3 di coppa) che idea ti sei fatto sulla nuova squadra? Dove potete arrivare? 
«Abbiamo un buon organico e un bellissimo gruppo. In attacco secondo me non siamo inferiori a nessun’altra squadra e abbiamo le potenzialità per chiudere fra i primi 3 attacchi del girone. Finora abbiamo incontrato 3 big del campionato raccogliendo 3 pareggi, va bene così anche se speriamo già domenica di centrare la prima vittoria. Il primo obiettivo resta la salvezza ma proveremo a migliorare il settimo posto della scorsa stagione provando quindi a raggiungere i playoff. Con mister Berto la società ha voluto dare continuità al lavoro di Cominotto, è una bravissima persona che si fa sentire molto in allenamento e durante la partita dandoci la carica che serve». 
Alberto Duprè
 

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.