25 ottobre 2017

IL PUNTO DI VISTA TECNICO CON MISTER STEFANO BERTO


Domenica a Martellago l’Union Pro ha incassato la prima sconfitta in campionato con un 4 a 2 che lascia comunque tanto amaro in bocca. L’assenza in extremis di De Poli ha portato al passaggio al 4-3-1-2 invece del consueto 4-3-3 ma i problemi sono arrivati in difesa dove ogni assalto dei padroni di casa creava il panico. 

Mister la chiave della sconfitta è arrivata lì? 
«Si, abbiamo sbagliato il primo tempo compromettendo il risultato. Loro arrivavano in 2/3 sulla palla e noi stavamo fermi a guardarli. In difesa quando ci dovevamo alzare per mandarli in fuorigioco soprattutto con gli esterni bassi dovevamo salire veloci senza pensarci e su e invece la linea saliva male lasciando i loro attaccanti liberi in area. Abbiamo sbagliato delle cose elementari che in Eccellenza non si possono sbagliare, dobbiamo rifletterci su». 

Nonostante i gravi errori avete dato l’impressione di riuscire a recuperare, cosa è mancato? 
«Nelle trame di gioco la squadra non mi è dispiaciuta. Sul 2 a 1 e anche sul 3 a 2 ci credevamo di poter raddrizzare la partita. Ballarin di testa ha colpito la traversa che poteva valere il 3 a 3, dopo il gol di Visinoni c’era tutto il tempo di cercare il pareggio ma siamo stati poco lucidi». 

Nel finale si è vista anche un’inedita difesa a 3. 
«Si alla fine abbiamo giocato a 3 dietro perché a 10’ dalla fine se devi recuperare devi fare delle scelte concedendo inevitabilmente qualcosa all’avversario. In queste partite la qualità fa la differenza e il Martellago è stato più bravo di noi a farla valere. Dietro abbiamo patito l’assenza di Marcato perché adesso a sinistra dobbiamo adattare uno abituato a giocare a destra e questo ovviamente diventa un problema quando si deve impostare il gioco. Adesso dobbiamo voltare subito pagina e pensare al Borgoricco». 
Alberto Duprè
 

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.