7 ottobre 2017

L'UNION PRO AFFRONTA IN TRASFERTA IL CORNUDA PER CONTINUARE LA SCALATA IN CLASSIFICA (ORE 15 E 30)

L’Union Pro nella quinta giornata di campionato affronta in trasferta il Cornuda Crocetta (ore 15 e 30, arbitra il signor Fabio Squarcina della sezione di Venezia). Sulla carta è la classica partita trabocchetto visto che la squadra allenata da Tommaso Tomasi (ex Preganziol) è ultima con un punto ed è reduce da 2 sconfitte entrambe con 4 reti subìte. L’Union reduce invece dalla prima vittoria contro la Pievigina vuole trovare continuità di risultati per restare nelle zone alte della classifica. 

INDISPONIBILI - Sono 2 gli assenti per questa partita. Oltre a capitan Alessandro Luise che prosegue la preparazione a parte dopo l’infortunio al ginocchio mancherà il difensore classe ’98 Alberto Simionato che ha accusato un’elongazione femorale che lo terrà fermo per 5/6 giorni. 

PREPARTITA - L’allenatore Stefano Berto presenta la partita proprio partendo dai dubbi sulla formazione da schierare: «Senza Simionato in difesa devo pensare in quale ruolo inserire il terzo under, ho varie soluzioni e valuterò quella che ritengo migliore. In generale penso di fare un paio di cambi rispetto a domenica anche per fare tirare un po’ il fiato a chi ha sempre giocato dalla prima partita di coppa». 

Classifica alla mano questa è la classica partita dove avete solo da rimetterci visto che tutti danno per scontata la vittoria? 
«Si sulla carta questa sono le partite più abbordabili ma che rischiano di riservare sorprese se non le affronti con l’atteggiamento giusto. Ho detto ai ragazzi che il nostro campionato cominciava da questa giornata visto che nelle prime 4 abbiamo incontrato 4 squadre date fra le favorite. Una vittoria ci permetterebbe di rimanere nelle prime posizioni e ci darebbe l’entusiasmo giusto per allenarci con più motivazioni». 

Dove può impensierirvi il Cornuda? 
«Sono una squadra molto giovane e per questo ci darà filo da torcere sul piano della corsa. Davanti sono veloci e quindi dovremo essere bravi a non concedergli spazi visto che è presumibile che faranno una partita di attesa. Noi non dobbiamo avere frenesia giocando in velocità come sappiamo fare e sfruttando la qualità del nostro attacco che prima o poi un gol lo fa sempre. Sono fiducioso perché anche questa settimana ci siamo allenati con l’intensità giusta e sono sicuro che la squadra dimostrerà di essere matura». 
Alberto Duprè
 

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.