8 ottobre 2017

L'UNION PRO BUTTA VIA LA VITTORIA: IN VANTAGGIO 2 A 0 E CON L'UOMO IN PIU' SI FA RAGGIUNGERE DAL CORNUDA

CORNUDA CROCETTA 2 UNION PRO 2 
MARCATORI: pt 17’ De Poli; st 8’ Visinoni, 38’ Scopel, 47’ Deon. 
CORNUDA CROCETTA (4-2-3-1): Manfrè*; Deon, Frasson*, Oualid* (st 11’ Marchese*), Bottin; Azzolin*, Scanagatta*; Maistrello*, Facioni*, Scopel*; Callegaro*. 
PANCHINA: Pazzaia*, Claudio Rosin*, Furlanetto*, Giorgio Rosin*, Colonna*, Signor*. 
ALLENATORE: Tommaso Tomasi. 
ESPULSI: st 17’ Maistrello per gioco violento, st 21’ l’allenatore Tomasi per proteste. 
UNION PRO (4-3-3): Noè; Nobile, Bonotto, Polato*, Marcato* (st 25’ Mezzato*); Coin* (st 36’ Fuxa), Minio, Da Lio; Moretto (st 36’ Peron*), Visinoni (st 27’ Ballarin), De Poli. 
PANCHINA: Scarpa*, Ginocchi, Zanatta*. 
ALLENATORE: Stefano Berto. 
AMMONITI: Bonotto. 
ARBITRO: Fabio Squarcina della sezione di Venezia. 
ASSISTENTI: Elia Betello della sezione di San Donà e Andrea Gobbo della sezione di Mestre. 
NOTE - Calci d’angolo 9 a 1 per l’Union Pro. *Under a referto. Recupero: pt 3’, st 3’. Spettatori 150 circa. 

CORNUDA - L’Union Pro si suicida con le proprie mani e torna da Cornuda con un punto che somiglia molto ad una sconfitta per come è maturato. In vantaggio per 2 a 0 a 8’ dal 90’ e con l’uomo in più la Pro è riuscita nell’impresa di rimettere in partita i ragazzini di mister Tomasi subendo 2 gol nei minuti finali. Mister Berto aveva chiesto alla vigilia una prova di maturità che i suoi ragazzi hanno fallito. Troppa supponenza nel non chiudere la partita con il 3 a 0 e pessima gestione nel finale. Lezione da imparare in fretta per non ricadere nello stesso errore. 

CRONACA PRIMO TEMPO - Dopo il primo quarto d’ora giocato sotto ritmo l’Union passa al primo affondo. Al 17’ De Poli parte dalla trequarti in slalom gigante e dal limite da partire un rasoterra di destro che si insacca all’angolino. Al 24’ Minio su angolo pennella con il destro sul secondo palo dove Polato fa valere la propria fisicità ma di testa sfiora il palo. Al 28’ prima occasione per i padroni di casa. Bottin dalla sinistra mette in area per Facioni che di testa spedisce in bocca a Noè vanificando la palla gol. Sul capovolgimento di fronte Visinoni si smarca dal limite e calcia di destro mettendo sopra la traversa. Al 35’ Visinoni ha sui piedi la palla del raddoppio ma il suo destro viene respinto con i piedi da Manfrè. Dopo 1’ Cornuda ad un soffio dal pareggio. Su un lancio lungo Callegaro anticipa l’uscita di Noè ma quando pregusta il gol a porta vuota viene anticipato di testa da Polato che subisce anche fallo. Al 38’ Coin fa sponda in area per Nobile che calcia di potenza con il destro ma senza inquadrare la porta. Prima del riposo Visinoni al 40’ si trova solo in area ma sparacchia di destro addosso al portiere. 

CRONACA SECONDO TEMPO - Al 6’ De Poli verticalizza per Visinoni che stoppa a seguire portandosi la palla sul destro ma una volta entrato in area viene chiuso in angolo da un difensore. Dal corner di Moretto Polato incorna di testa con Manfrè bravo a respingere. All’8’ arriva il raddoppio. Coin dalla destra è bravo a servire Visinoni dal limite che calcia con il sinistro con la palla che finisce in gol dopo una netta deviazione di Oualid. Al 14’ e al 16’ Minio ci prova due volte su punizione dal limite ma in entrambi i casi il portiere di casa compie due miracoli togliendo la palla dall’incrocio alzandola in angolo. Sul secondo tiro dalla bandierina di Minio Manfrè esce a vuoto con Da Lio che colpisce la traversa con un pallonetto. Al 17’ Maistrello entra durissimo da dietro a centrocampo su Marcato rimediando una sacrosanta espulsione. Dopo 2’ l’allenatore del Cornuda Tomasi protesta animatamente venendo allontanato dal campo. Al 26’ Visinoni scatta sul filo del fuorigioco ma si allunga la palla in area calciando sull’esterno della rete. Al 38’ il Cornuda riapre incredibilmente la partita. Scopel riceve palla in area e calcia rasoterra superando Noè. Al 46’ De Poli serve Fuxa che calcia potente sul primo palo con Manfrè che blocca. Al 47’ succede l’incredibile. Facioni dal fondo destra mette al limite dove Deon (che doveva essere espulso per una gomitata precedente) calcia una saetta di destro sotto l’incrocio. Nell’ultimo minuto di recupero Noè è costretto ad uscire dall’area con i piedi per anticipare Scopel lanciato in contropiede: va bene il suicidio ma non esageriamo… 

ALTRI RISULTATI - Borgoricco 1 Union QDP 1, Careni Pievigina 3 Sandonà 1, Istrana 0 Nervesa 1, Liapiave 2 Giorgione 2, Porto Viro 0 Piovese 2, Real Martellago 1 San Giorgio Sedico 3, Saonara Villatora 0 Vittorio Falmec 0. 
Alberto Duprè
 

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.