16 novembre 2017

IL PUNTO DI VISTA TECNICO CON MISTER STEFANO BERTO


L’Union Pro contro il Porto Viro è tornata al successo mettendo una pietra sopra dopo le 3 sconfitte consecutive. Chiuso il primo tempo sul 2 a 0 in avvio di ripresa è arrivato un momento di blackout che aveva permesso al Porto di pareggiare in 3 minuti ma i fantasmi di Cornuda sono stati subito scacciati dalla grande reazione che ha permesso di centrare 3 punti fondamentali per la classifica.

Mister è stata una vittoria sofferta ma bastava vincere giusto? 
«Da questa partita avevo chiesto per prima cosa ai ragazzi di prendere i 3 punti in qualsiasi modo. La reazione dopo il 2 a 2 mi è piaciuta e abbiamo cancellato il precedente di Cornuda. Mi è piaciuta anche la compostezza della squadra nei momenti di difficoltà. E’ stata una vittoria fondamentale per tutto il movimento, per la società, per il presidente e per tutti quanti. Sul modo in cui è arrivata lo analizzeremo con calma, intanto speriamo sia scoccata la famosa scintilla ». 

Oltre ai soliti Visinoni e De Poli si è visto un Coin in grande crescita. 
«Si, Seba ha fatto vedere sia quantità che qualità. Alla fine quando siamo passati a 4 in mezzo l’ho messo in fascia e ha dimostrato di poter giocare bene anche lì. Visinoni si è dimostrato ancora una volta decisivo come De Poli che gioca bene in qualsiasi ruolo venga impiegato in attacco». 

Fra le note negative l’espulsione di Noè e un Moretto che fatica a trovare la brillantezza della scorsa stagione. 
«Noè con la sua esperienza non doveva cadere nella trappola del nervosismo facendosi ammonire la seconda volta anche perché ci mancherà nello scontro diretto contro l’Union QDP. Moretto l’abbiamo recuperato all’ultimo, gli avevo chiesto un sacrificio e non si è tirato indietro. Fisicamente non poteva essere al massimo ma ha dato tutto quello che poteva. Conosciamo le sue qualità e quindi lo aspettiamo». 
Alberto Duprè
 

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.