29 novembre 2017

IL PUNTO DI VISTA TECNICO CON MISTER STEFANO BERTO



Il 3 a 2 in rimonta e in inferiorità numerica contro il San Giorgio Sedico porta la firma di tutto il gruppo con il sigillo di Enrico Moretto che ha firmato la vittoria con uno strepitoso pallonetto di sinistro. 
E pensare che dopo essere rimasti in 10 era destinato a lasciare il campo per riequilibrare la squadra come ammette mister Stefano Berto: «Si è vero, espulso Coin volevo cambiare Moretto per mettere un centrocampista in più. Però Enrico lo vedevo bene anche sul piano fisico e subito dopo abbiamo preso il 2 a 1 quindi l’ho lasciato in campo perché dovevamo recuperare. Il gol che ha fatto è stato strepitoso così come le giocate di Visinoni in occasione della doppietta, con lui l’azione non è mai finita». 

Alla fine è andata bene ma l’espulsione affrettata di Coin poteva penalizzarvi. 
«L’arbitro ha ammesso di aver sbagliato perché non si ricordava di averlo già ammonito però è stato un errore grave visto che fin li era l’unico giocatore ammonito della partita e qualche altro intervento da giallo era stato ignorato». 

Alla vigilia avevi detto che in caso di vittoria potevano cambiare i vostri obiettivi. 
«Era una partita importate perché dovevamo agganciare le squadre che ci stavano davanti, Sedico compreso che da dimostrato di essere una signora squadra che gioca sempre a calcio. L’obiettivo è di raggiungere una classifica tranquilla per sviluppare le idee che ho in testa. La base deve essere il carattere e domenica abbiamo dimostrato di averlo, siamo stati bravi in 10 a moltiplicare le forze. Bene anche la linea difensiva anche se dobbiamo migliorare le marcature nei calci d’angolo dove abbiamo preso il primo gol e abbiamo rischiato anche in altre occasioni. Infine complimenti a Noè che ci ha tenuto in partita con due grandi parate». 
Alberto Duprè
 

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.