14 novembre 2017

RUBRICA SETTORE GIOVANILE - MISTER CLAUDIO MOSER DOPO IL CAMPIONATO VINTO CONTINUA A STUPIRE CON LA JUNIORES


Claudio Moser, veneziano doc, allena da ormai 5 anni gli Juniores dell'Union Pro. Appassionato di calcio fin da bambino, introdotto a questo sport dal padre (che aveva giocato in serie C) mister Moser gioca a calcio in varie squadre dilettantistiche di Mestre e Venezia fino alla categoria di Eccellenza. 

Mister, quando hai inizio la tua esperienza da allenatore? 
"Dopo la perdita di mio padre e dopo un periodo di pausa dedicato alla famiglia ho deciso di rientrare nel mondo del calcio ma questa volta da allenatore, passione che è maturata crescendo. Inizio così la mia formazione in questa nuova veste, frequentando il corso per allenatori e cominciando ad allenare dai Pulcini nel Venexia Calcio del presidente Mario Santini, società oggi purtroppo sparita che allora era fra le realtà più importanti a livello dilettantistico e di Settore Giovanile del Veneto". 

Come sei arrivato all’Union Pro? 
"Dopo una lunga trafila a Venezia, allenando in tutte le categorie del Settore Giovanile, ho fatto un passo difficile per noi veneziani: ho attraversato il Ponte della Libertà e sono andato a Dolo dove ho allenato per quattro anni consecutivi diverse categorie del Settore Giovanile. Poi la mia amicizia di lunga data con Marcello Benedetti, ex direttore sportivo dell’Union Pro mi ha portato cinque anni fa ad entrare in questa società come allenatore della Juniores". 

Come valuti questi 5 anni? 
"Sono molto soddisfatto di queste stagioni. Il primo anno sono subentrato a novembre ed il campionato ha preso un’ottima piega. Abbiamo riportato 17 vittorie consecutive terminando ad un solo punto dal Dolo che ha vinto il campionato. Il secondo anno sono andato in “prestito” al Mestre dove ho allenato la Juniores regionale ottenendo un'onorevole salvezza. Personalmente considero anche questa stagione targata Union Pro vista la collaborazione che si era instaurata tra le 2 società e i tanti ragazzi - che avevo già avuto il piacere di allenare a Mogliano - che l’Union Pro ha prestato al Mestre in quel campionato. Il terzo anno ha visto un campionato buono in andata e un po’ più difficile al ritorno, a causa anche di diversi infortuni e per i numerosi giocatori che sono stati aggregati alla prima squadra, che comunque si è chiuso con un buon quarto posto. Alla quarta stagione, con il ritorno di Sandro Lunian come direttore generale, ci siamo posti l’obiettivo di portare la Juniores in Elite, qualifica che mancava solo a questa squadra delle giovanili dell’Union Pro. Obiettivo raggiunto e campionato vinto con 18 punti di vantaggio. Abbiamo anche vinto l’importante Torneo della Marca Trevigiana, prima volta per la nostra società, con la soddisfazione ulteriore di vedere il nostro Alberto Zorzetto (’98, oggi nella rosa della prima squadra) premiato come miglior giocatore del torneo. E’ stato un anno entusiasmante, con una ottima collaborazione tra prima squadra e Juniores. Questa quinta stagione è iniziata bene, anche se il campionato mi sembra più impegnativo dei precedenti e ci scontriamo con squadre più attrezzate. Per ora siamo secondi a 2 punti dalla prima. Concludendo vorrei dire che i bei risultati di questi anni sono il frutto di tutto il lavoro fatto nelle stagioni precedenti dai mister delle nostre giovanili: Battaggia, Berto, Giuman, Rado e Tagliapietra, con la supervisione del responsabile Bernardo Chinellato e dei suoi collaboratori". 

Progetti per il futuro? 
"Ho ricevuto delle proposte per allenare sia prime squadre che giovanili in altre società ma francamente nulla mi ha attirato. L’Union Pro è una società con delle buone strutture, in continuo miglioramento, l’ambiente è sereno e si lavora in condizioni molto favorevoli. Ma soprattutto mi piace la filosofia che accomuna tutti noi allenatori e che in sostanza si riassume nel lavorare con i giovani del nostro vivaio con l’obiettivo di farli arrivare alla prima squadra attraverso un percorso omogeneo, coerente con gli obiettivi del presidente e dei dirigenti. Un obiettivo che anche in questa stagione è perseguito con grande sinergia e collaborazione tra prima squadra e Juniores, visto che mister Berto, che allena la squadra in Eccellenza, proviene dal nostro settore giovanile e che mister Gionco collabora con tutte e 2 le squadre per creare una comune filosofia di gioco. Devo dire che per me è molto gratificante vedere che questa unità di pensiero porta dei buoni risultati, e la conferma la vedo nella mia squadra che ogni anno deve fondere due annate (’98 e ’99 lanno scorso, ’99 e 2000 quest’anno), cosa di per sé non facile ma fattibile da noi proprio perché i ragazzi si sono formati nel corso degli anni nel nostro vivaio, con gli stessi obiettivi e lo stesso tipo di preparazione. Insomma, mi trovo molto bene in questa società, dove è forte la collaborazione e privilegiato il rapporto umano. Quindi il mio progetto per il futuro spero sia proprio qui".
Silvia Bianchi

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.