13 gennaio 2018

UNION PRO IMPEGNATA A SAN DONA' CON TANTI ASSENTI - LA SQUADRA SI STRINGE ATTORNO AL PRESIDENTE GAIBA

L'Union Pro nella seconda giornata di ritorno affronta in trasferta il Sandonà terzo in classifica (ore 14 e 30, arbitra Marco Menozzi della sezione di Treviso). Dopo 2 sconfitte consecutive contro Vittorio Falmec ed Istrana, la Pro vuole rialzare la testa anche per dedicare un risultato positivo al presidente Marco Gaiba che sta passando un momento delicato.

BOMBER - Sarà una sfida anche per la classifica marcatori con il nostro Nicolò Visinoni che guida la classifica con 17 gol inseguito da Andrea Morbioli con 13 reti.

INDISPONIBILI - Lungo l'elenco degli assenti soprattutto nel reparto difensivo. Oltre allo squalificato Ginocchi mancheranno infatti Marcato (influenza), Mezzato (stiramento) e Simionato che per problemi di studio non fa più parte della rosa. A centrocampo mancherà ancora Minio che sta smaltendo lo stiramento mentre in attacco non ci sarà Inchico febbricitante.

ALL'ANDATA - A Mogliano finì 1 a 1 con vantaggio ospite di Morbioli su punizione nel primo tempo e pareggio negli ultimi minuti della ripresa di Alvise Nobile. A fine agosto in coppa Italia l'Union sbancò San Donà vincendo per 4 a 2.

PREPARTITA - L'allenatore Stefano Berto prima di parlare dell'impegno di domani rivolge un pensiero al presidente Gaiba: "Questa partita la giocheremo con una motivazione in più perché proveremo a vincere per dedicarla al nostro presidente. Ho chiesto alla squadra di restare concentrata sul campo, il direttore Sandro Lunian è sempre con noi per far sentire la vicinanza della società senza farci mancare nulla".

A complicarvi i piani ci sono anche i tanti assenti.
"Si soprattutto in difesa siamo rimaneggiati e dovrò inventarmi qualche soluzione di emergenza. Tatticamente dobbiamo coprirci un po' di più perché non possiamo prendere sempre gol in contropiede come ci è successo contro l'Istrana. Serve più equilibrio dietro e davanti alla difesa perché non possiamo sempre fare 2 gol per vincere e quindi è importante non subirne".

La squadra di Pasa dopo una falsa partenza è tornata in piena corsa per vincere il campionato.
"Alla distanza stanno uscendo i reali valori. Preferisco comunque giocare contro il Sandonà piuttosto che contro l'Istrana perché ti lasciano comunque giocare mentre noi soffriamo le squadre che si chiudono".
Alberto Duprè

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.