11 aprile 2018

PAUSA CAFFE' CON... CHRISTIAN MINIO


L’Union Pro con il pareggio di Sedico per 1 a 1 ha quasi sigillato la salvezza alla quale ormai manca solo la matematica. A recuperare lo svantaggio all’89’ ci ha pensato Christian Minio su calcio di rigore. Per il centrocampista classe ‘85 alla prima stagione a Mogliano si tratta del terzo gol consecutivo e sesto stagionale (uno in Coppa Italia). 

Christian anche domenica siete riusciti a recuperare nei minuti finali, segno di una squadra che non molla mai? 
«Si sta diventando una costante della nostra stagione crederci fino alla fine. A Sedico abbiamo fatto una buona partita soprattutto nel primo tempo dove meritavamo qualcosa in più. Abbiamo concesso solo un paio di ripartenze ma contro una squadra di qualità e in casa loro ci stava. Sul gol preso abbiamo concesso un’ingenuità ma la reazione è stata immediata e siamo riusciti a pareggiare dopo 1 minuto». 

La salvezza ormai è quasi raggiunta ma allo stesso tempo i playoff sono sfumati, vedi il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto? 
«C’è sicuramente un po’ di rammarico perché bastava qualche punto in più per giocarci uno dei primi 5 posti. In qualche partita abbiamo sbagliato noi ma soprattutto nelle ultime siamo stati parecchio penalizzati dalle decisioni arbitrali. Contro il Borgoricco il primo tempo dovevamo essere in vantaggio 3 a 0 e invece ci siamo trovati a rimontare 2 gol pareggiando solo nel recupero e con l’uomo in meno». 

Quanto ha influito la vicenda del presidente nelle prestazioni della squadra? 
«Noi abbiamo cercato di concentrarci solo sul campo ma è chiaro che il sostegno di Gaiba ci è mancato perché eravamo abituati ad averlo sempre al nostro fianco. Non possiamo che augurargli prima di tutto per lui e per la sua famiglia, e poi anche per la società, che riesca al più presto a fare chiarezza». 

Guardando alla lotta per il salto in Serie D chi vedi favorito fra Sandonà, Liapiave e Istrana? 
«La mia favorita è sempre stata il Sandonà anche perché oltre al valore della rosa hanno il vantaggio di fare 4 allenamenti al pomeriggio. Hanno ancora il campionato in mano perché se vincono le ultime 3 nessuno li prende ma se devo fare un pronostico dico Istrana visto che ho parecchi amici ed ex compagni che ci giocano». 
Alberto Duprè

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.